Logo miaFolgaria.it

Alpe Cimbra - Folgaria, Lavarone e Luserna, Trentino

open

Alpe Cimbra - Folgaria e dintorni: la zona e le località

L'Alpe Cimbra è un altopiano di media montagna che si estende per circa 100 kmq fra i 1.000 e i 2.000 m di altitudine nel Trentino sud orientale. Il territorio appartiene alla Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri e comprende quelli di Folgaria, Lavarone e Luserna. È caratterizzato da prati, pascoli e boschi, su cui svettano diversi rilievi, tra cui il Becco di Filadonna che, con i suoi 2.150 m, è la cima più elevata dell'alpe.
La denominazione di Alpe Cimbra è stata introdotta dall'Azienda per il Turismo per rappresentare gli elementi distintivi della storia e della cultura comuni agli altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna. L'identità culturale e storica dell'Alpe Cimbra, infatti, è racchiusa nella tradizione dei popoli cimbri, una minoranza etnica e linguistica di origine tedesca che ancora oggi abita l'area montuosa compresa tra le province di Trento, Vicenza, Verona e Treviso. A Luserna, ad esempio, la popolazione parla un'antica lingua di matrice germanica, riconosciuta e tutelata da una legge provinciale.
L'intera zona ha avuto importanza strategica durante la Prima guerra mondiale, quando l'esercito austro-ungarico vi realizzò numerose fortificazioni, che formavano un vasto sistema di trincee e forti.
Attualmente Folgaria, Lavarone e Luserna sono mete di villeggiatura apprezzate per la vicinanza con moderne skiaree e per l'ampia offerta naturalistica e culturale.
Anche la cucina riflette le origini genuine della popolazione dell'Alpe Cimbra. Si compone, infatti, di piatti semplici e sostanziosi, oggi generalmente proposti in versioni più moderne e leggere. Una specialità cimbra è la polenta di patate, che accompagna i piatti di carne e i salumi prodotti in zona. A Vezzena si produce un rinomato formaggio d'alpeggio, protagonista di molte pietanze locali, e su tutto l'altopiano si raccoglie pregiato miele di montagna, il cui percorso produttivo è raccontato nel Museo del Miele di Lavarone.

Folgaria (1.169 m), il principale centro dell'Altipiano, è una delle più note località turistiche del Trentino. Assieme alle sue frazioni, Folgaria è meta ideale per vacanze in famiglia all'insegna dello sport e della natura.
Numerose sono le possibilità per splendide passeggiate, entusiasmanti escursioni a piedi, a cavallo o in bicicletta. Sono famosi il Sentiero della Pace, i trekking sulle tracce della Grande Guerra e, per gli amanti della mountain bike, i tracciati della 100 Km dei Forti, con itinerari anche per fat bike, e-bike, free ride, downhill, e teatro di numerose competizioni.
Gli appassionati di golf troveranno 18 buche ad aspettarli nel Golf Club Folgaria, a 1.200 m di quota in un'area naturalistica protetta.
D'inverno gli 80 chilometri di piste dello Skitour dei Forti garantiscono sciate indimenticabili, mentre il Centro Fondo di Passo Coe offre ben 35 chilometri di piste per lo sci nordico. Il divertimento è assicurato anche per chi vuole fare escursioni con le racchette da neve, sfrecciare con lo slittino o pattinare nel palaghiaccio di Folgaria.

Lavarone (1.174 m) è caratterizzata dal bel lago, riconosciuto come il lago montano più pulito d'Italia. Il clima mite e la limpidezza delle acque ne fanno un'importante attrazione turistica; è attrezzato per la balneazione e la pesca durante il periodo estivo e per il pattinaggio su ghiaccio nei periodi più freddi dell'inverno.
Tra i numerosi percorsi escursionistici percorribili da Lavarone ci sono i sentieri tematici "L'Avez del Prinzep" e "Il Respiro degli Alberi", mentre il Nordic Walking Park offre ben diciassette tracciati di varia difficoltà. Per le mountain bike, oltre ai tracciati della 100 km dei Forti, il Bike Park di Lavarone propone diversi percorsi attrezzati per il downhill.
Lo Ski Center di Lavarone si compone di 30 chilometri di piste per lo sci alpino e più di 45 chilometri per lo sci nordico, in un comprensorio che si estende fino all'Alpe di Vezzena. Il "Centro Fondo Millegrobbe" è uno dei più importanti comprensori per lo sci nordico. Collegato con il Centro Fondo di Campolongo, è costituito da 18 chilometri di facili percorsi raggiungibili dal Passo Vezzena e da 21 chilometri di piste più impegnative raggiungibili da Malga Millegrobbe. Non mancano uno snow park per snowboard, una pista per slittini e una per gommoni.
Testimonianze storiche, come la fortezza austro-ungarica del Forte Belvedere Gschwent (l'unico interamente conservato, che ospita un museo multimediale sulla Grande Guerra) e il Cimitero Militare di Slaghenaufi, aggiungono alla vacanza interessanti spunti culturali.

Luserna/Lusèrn (1.333 m) è la più piccola delle tre località dell'Alpe Cimbra, un paesino di montagna a meno di dieci chilometri da Lavarone, a nord ovest dell'Altopiano dei Sette Comuni (altopiano nella zona di confine tra Veneto e Trentino), a cui si arriva attraverso il vicino Passo Vezzena. Luserna è un'isola linguistica in cui ancora si parla la lingua cimbra (un antico bavarese), preservata e tramandata, sia in famiglia che a scuola, anche grazie a istituzioni come il Centro Documentazione e l'Istituto Cimbro.
Anche nei dintorni di Luserna si trovano molte testimonianze della Grande Guerra: chilometri di trincee scavate negli ondulati alpeggi, il complesso fortificato di Campo Luserna, l'Osservatorio Fortificato di Cima Vezzena, il Forte Verle e il piccolo Cimitero Militare di Costalta.